Floriterapia

La Floriterapia è stata annessa fra le Medicine Alternative dall'OMS dal 1976.

Rappresenta una branca emergente della medicina biologica, che si avvale di una serie di essenze naturali preparate a partire da fiori silvestri. 

Lo studio delle proprietà curative dei fiori, patrimonio di antiche tradizioni mediche di diverse parti del mondo, fu particolarmente curato, per la prima volta in chiave moderna ed originale, dal medico gallese Edward Bach, fra gli anni 1926 e 1934. 

La modalità di preparazione, pur essendo riconosciuta dalla farmacopea omeopatica inglese, è diversa dalla classica preparazione dei rimedi omeopatici, perché non si avvale né della succussione Hahnemanniana, né della diluizione a flusso Korsakoviana. L'infusione finale ha una particolare "informazione di campo" in grado di entrare in risonanza con il nostro organismo.


Unicità della floriterapia

La floriterapia si distingue dall'omeopatia e dalla fitoterapia (i prodotti vegetali erboristerici).

La floriterapia pur prevedendo le diluizioni, come l'omeopatia, non ne segue lo stesso metodo e si regge sul concetto che il bene (il fiore) cura il male (stato di disagio, sintomo, disequilibrio). L'omeopatia si basa sull'utilizzo di sostanze non solo vegetali e il principio di base è "il simile cura il simile".

La fitoterapia prevede invece l'uso di estratti di piante non diluiti e con un concetto generalmente sintomatico o di rafforzamento della costituzione fisica.

La floriterapia tiene conto dell'individuo nella sua globalità e per la sua unicità.

Non importa quale sia il sintomo che si presenta, ma come l'individuo si rapporta al sintomo, come reagisce nella situazione di disagio.  

Da LIBERA TE STESSO di Edward Bach:

"...questa missione divina non significa sacrificio, non significa ritirarsi dal mondo, rifiutare le gioie e la bellezza della natura. Al contrario significa provare un pieno e piu' profondo godimento di tutte le cose; significa fare il lavoro che ci piace con tutto il cuore e con tutta l' anima, sia esso occuparsi della casa, del lavoro dei campi, o dipingere o servire il nostro prossimo in casa o nei negozi. Questo lavoro, qualunque esso sia, se lo amiamo piu' di ogni altro, sara' l'ordine indiscutibile che viene dalla nostra anima...."

Domande frequenti: 

1. I Fiori di Bach sono un prodotto omeopatico?

No, assolutamente, in quanto i prodotti omeopatici seguono delle regole ben precise: legge del simile, dinamizzazione, succussione. I Fiori di Bach partono invece dall'osservazione degli stati d'animo dell'individuo. Non per questo entrano in contrapposizione l'uno con l'altro. 

2. Come utilizzare i Fiori di Bach?

Si prendono 4 gocce 4 volte al giorno. Non ci sono controindicazioni. Possono essere associate con qualsiasi altro trattamento naturale o chimico, senza controindicazione. 

3. Per quanto tempo possono essere presi?

All'inizio sono utili per riequilibrare la situazione generale, poi possono essere utilizzati per cogliere, approfondire e armonizzare alcuni aspetti di noi stessi che sono più caratteriali. In seguito capire le piccole cose che non vanno e prendere i fiori corrispondenti ci aprono il mondo della prevenzione.

4. Dopo quanto tempo funzionano i rimedi floreali?

Dipende molto dalla persona e dai sintomi, più sono acuti e prima sono evidenti i risultati, più sono cronici o comunque di vecchia data e più tempo è richiesto affinché si noti il miglioramento. I bambini sono molto più veloci degli adulti nella riposta. 

5. I fiori di Bach possono essere usati da persone con allergie?

Si, con la massima sicurezza poichè i fiori sono un rimedio vibrazionale e non soggetto a principi attivi.  

6. I rimedi floreali possono essere usati in gravidanza?

Con la massima tranquillità. 

7. I fiori di Bach funzionano per l'effetto placebo?

No, e lo dimostrano i risultati su bambini, animali e piante.

Australian Bush Flower Essences

La società moderna presenta esigenze e problematiche diverse da quelle trattate dal Dr. Bach agli inizi del 900'. La risposta a queste necessità ci viene data dai Fiori Australiani, le cui Essenze sono state scoperte e sviluppate dal Dr. Ian White, psicologo e biologo.

Ian è cresciuto nel "Bush" (espressione australiana utilizzata per definire la parte più selvaggia del territorio). L'Australia possiede le più antiche specie ed il più alto numero di fiori di eccezionale bellezza e forza. In aggiunta, si tratta di un continente incontaminato, carico di antica energia.

Attualmente, l'Australia sta sperimentando un momento di nuova e pervasiva vitalità energetica che, combinata con le innate potenzialità rigenerative della Terra, fa delle Essenze Australiane dei rimedi unici. Queste essenza sono un valido completamento della gamma di terapie e rimedi.

Le Essenze Australian Bush Flowers non solo aiutano a far chiarezza nella vita di ognuno di noi, ma donano anche la forza, il coraggio e la volontà di seguire e realizzare i propri obiettivi e sogni. Favoriscono lo sviluppo intuitivo, l'autostima, la spiritualità e la creatività.

 

Le Essenze Australian Bush Flowers hanno uniche e numerose caratteristiche.

In primo luogo, essendo l'Australia il continente più antico, esso possiede anche le più antiche specie ed il più alto numero di fiori, è un ambiente in cui la biodiversità possiede splendide qualità riequilibranti.

In secondo luogo, le Essenze Australian Bush Flowers sono indirizzate alle problematiche più attuali, come la comunicazione, le difficoltà di apprendimento, l'evoluzione del concetto di spiritualità, le radiazioni elettromagnetiche e la sfera della sessualità. Inoltre, sono rinomate nel mondo per la loro azione incredibilmente rapida su mente e corpo.

Himalayan Enhancers

I Fiori Himalayani Enhancers  influiscono direttamente nei vari livelli d'energia controllati dai Chakra, rimovendo i sentimenti negativi e stimolando quelli positivi. I Fiori Himalayani Enhancers sono stati individuati da Tanmaya nel 1990, durante una sua permanenza durata alcuni mesi in una valle Himalayana.

Possono essere assunti puri da soli o diluiti insieme ai Fiori di Bach o ad altri Fiori.

Tra le essenze che conosco ed utilizzo, ci sono le essenze per i 7 chakra, che sostengono la loro apertura ed il loro equilibrio, ed altre essenze che si rivolgono alla miriade di altri problemi e di sfide che dobbiamo fronteggiare durante il nostro viaggio in questi tempi eccitanti e sfidanti.

Si può guardare a questi centri come a delle stazioni generatrici, o trasformatori, per il percorso dell'energia dalla base della spina dorsale alla sommità del capo. 


Le Essenze Floreali Californiane FES

Fes fondata nel 1979 da Richard Katz insieme alla moglie Patricia Kaminski. Rispondendo ai bisogni dei nostri tempi, la FES si è dedicata allo sviluppo di metodologie atte ad investigare il regno sottile delle piante e comprendere le modalità in cui le essenze floreali lavorano sul corpo e sull'anima dell'essere umano.

Sono state studiate, da loro, nuove essenze adatte ai problemi contemporanei: le essenze sono state prodotte in gruppi sequenziali di 24, successivamente raggruppate in un set di 72, e ora racchiuse in un unico cofanetto di 103 essenze, conosciute come essenze floreali californiane o nordamericane.

Le essenze stimolano un dialogo interiore con gli aspetti nascosti dell' Io, dando vita ad un profondo cambiamento emotivo e mentale che puo' poi produrre anche un cambiamento a livello fisiologico.