Il massaggio Ayurvedico

La tradizione dell'Ayurveda e delle pratiche ad essa correlate risale a tempi molto remoti in terra indiana. 

Il Massaggio ayurvedico chiamato Abhyangam letteralmente significa:

Abhi = ovunque, in tutte le direzioni - Anga = corpo, e si potrebbe quindi interpretare come "applicazioni (di olio) in tutte le parti del corpo".

E' una modalità di trattamento di massaggio effettuato in tutte le direzioni. 

utilizzando diverse manualità specifiche a seconda della costituzione della persona (Vata – Pitta – Kapha) o in base alle necessità di ognuno. E' un massaggio accompagnato da una filosofia importante, con una vasta possibilità di tecniche possibili. 

Nei testi antichi quali Veda, Upanishadas, Purana, Smriti troviamo molti riferimenti all'Abhyangam. Diverse sono le descrizioni di come la madre massaggia i figli,  i nonni i nipoti, una tradizione passata in famiglia, per mantenere una buona salute e tenere lontane le malattie.

Diverse manualità e diverse pressioni sulle differenti parti del corpo, ad esempio la vita e l'addome dovrebbero essere massaggiati dolcemente, la faccia e il collo dovrebbero ricevere soltanto uno sfioramento prolungato, invece per le parti con muscoli più forti come schiena, glutei e la parte posteriore delle cosce possono avere una pressione più profonda.

Molto spesso non dedichiamo la giusta attenzione alla macchina vivente che è il corpo umano, infinitamente  complesso e potenzialmente divino.

Consciamente o inconsciamente, disattendiamo alle regole di sana alimentazione, non rispettiamo il ritmo giornaliero e il rilassamento che sono fondamentali per un corpo umano. Così incriniamo l'equilibrio di questo macchinario così perfetto e delicato. 

Il corpo umano ha bisogno di essere curato, lubrificato e tenuto pulito come ogni macchina. 

Nell'ambiente esterno, nell'atmosfera, avvengono dei cambiamnti continui; la pelle come copertura esterna, essendo la più esposta agli elementi esterni, è la prima ad essere colpita. Ecco perchè deve essere forte e capace di resistere a questi cambiamenti. Le giunture, sempre in movimento, sono sottoposte ad una frizione continua.

Per garantire la flessibilità e la resistenza ci vuole Abhyangam, l'oleazione ed il massaggio del corpo nella sua totalità, aiuta a mantenere lo stato di salute e benessere o aiuta a ripristinare l'equilibrio perduto.

 Diversi i tipi di Abhyangam per le differenti zone del nostro corpo:

•   Shirobhyangam = il tradizionale massaggio alla testa con oli.

•   Karnabhyangam = terapia di purificazione del cavo auricolare.

•   Nasikabhyangam = terapia di purificazione delle vie nasali.

•   Netrabhyangam = terapia di purificazione degli occhi.

•   Mukhabhyangam = il tradizionale massaggio al viso.

•   Padabhyangam = massaggio localizzato ai piedi.

•   Hastabhyangam = massaggio localizzato alle mani.

•   Vakshabhyangam = massaggio al petto e addome.

•   Thandabhyangam = massaggio alla schiena.

•   Marmabhyangam = esercizio di massaggio completo energetico a quattro mani.


I benefici del massaggio:

•  Aumenta le difese immunitarie, rivitalizza nei momenti di stanchezza.

•   Diminuisce tensione e stress.

•   Elimina le tossine. Agisce direttamente sul sistema linfatico, stimolando i linfonodi  nella rimozione delle tossine

E' dotato di proprietà anti-aging  praticato regolarmente. In India usano parole diverse e cioè riequilibrio dei chakra e azione sui punti "marma" ( si stimolano attraverso la pressione).

•   Su-tvaka (pelle sana ed elastica) restituisce luminosità

•   Vata Shamana (equilibrio del Vata nel corpo)

•   Corpo sano con parti ben definite e forti, attiva i polmoni e favorisce il metabilismo

•   Occhi sani e forti

•   Miglioramento del sonno

•   Sollievo alla fatica e alla stanchezza, allenta la rigidità articolare e muscolare

•   Calma tensioni e dolori rilassando il corpo e la mente

Le varianti sono molteplici e derivano da tradizioni locali (può essere diverso in base alla regione dell’India in cui si apprende), tramandate nei secoli e insegnate da maestri. Non esiste "un" massaggio ayurvedico uguale per tutti.

 A volte si pratica con le mani, altre volte con i piedi o con i gomiti e le ginocchia. Ogni modalità ha la sua motivazione. Questa straordinaria ricchezza di tecniche denota la profondità di una conoscenza (Veda) cui ancora oggi possiamo attingere.



Shiro Abhyanga: massaggio ayurvedico della testa.                                                                                                                                   DURATA 30' 

Il massaggio del cuoio capelluto viene eseguito con olio medicato per nutrire cute e  capelli,previene la caduta e l’incanutimento dei capelli, migliora problemi di secchezza del cuoio capelluto e di forfora. Ottimo per allentare le tensioni a testa,  collo e la parte superiore della schiena. Inoltre, il massaggio della testa ha un effetto rilassare sulla mente e complessivo su tutto il corpo,  agisce direttamente sul sistema nervoso centrale liberandolo da molte condizioni legate allo stress come il mal di testa. Frizioni, manipolazioni e digito pressione dei punti energetici della testa alleviano le tensioni. Di particolare importanza in quanto sede di tutti gli organi di senso, la testa beneficia enormemente del massaggio ayurvedico, inoltre migliora la qualità del sonno, la concentrazione e la memoria.

Thandabhyangam: massaggio ayurvedico della schiena e della colonna vertebrale.                                                                                                 DURATA 40' 
E' una tecnica eseguita con oli medicati specifici per riscaldare, togliere le tensioni, mantenere la mobilità e flessibilità delle colonna.

Abhyangham è una tecnica di massaggio a tutto corpo.                                                                                                                                                                               DURATA 60' 

Una oleazione del corpo con oli medicati tiepidi di sesamo, vinaccioli, mandorla, senape o arachidi cui vengono aggiunte erbe o oli essenziali. L'olio utilizzato può variare in base ai Dosha prevalenti del ricevente il massaggio. E anche la tecnica di massaggio può essere più o meno dolce, lenta e profonda.