Siamo molto felici di invitarvi al WESAK Festa della Luce.
VENERDI 8 Maggio ore 20,30


Che cosa significa WESAK?


Seguo fedelmente le indicazioni di Giuditta Dembech e le spiegazioni del suo libro "Conoscere il Wesak".

"Ci sono giorni particolari sulla Terra, giorni sacri in cui la divinità, sotto multiformi aspetti si piega ad incontrare i Suoi figli le sue creature meno felici, intrappolate in corpi di carne, portando il conforto della Sua presenza. Quasi sempre si tratta di «feste mobili», collegate ai pleniluni e stranamente vicine fra loro.

Festa mobile è la Pasqua ebraica, il «Pesach», a ricordo della liberazione dalla schiavitù in Egitto. Festa mobile è il «Ramadan» islamico che festeggia la notte sacra in cui il Corano fu fatto discendere sulla Terra. Festa mobile è anche la Pasqua Cristiana di Resurrezione, collegata al plenilunio nella costellazione dell’Ariete.

Festa mobile è il Wesak . È un momento fondamentale per il mondo buddista ma come vedremo, lo è per tutti i viventi.

A primavera inoltrata, nella notte del plenilunio nella costellazione del Toro, il pianeta vive un grande evento che si verifica sui piani spirituali. In questa «festa mobile» l’umanità ha la possibilità di ricevere la benedizione del Buddha che ritorna, quella del Cristo e dei Maestri di Saggezza che vegliano per guidarne l’evoluzione spirituale. Anche se si parlerà molto spesso del Buddha questo grande evento appartiene a tutti gli uomini della Terra, a qualunque razza ed a qualunque religione essi appartengano, poiché è l’umanità tutta che viene benedetta, nella sua totalità. Tutti coloro che vi prendono parte, anche solo collegandosi col pensiero, con il desiderio di esserci, ricevono la propria parte di Luce; ma per potervi partecipare è necessario esserne informati.

Il Wesak porta un grande messaggio di PACE ed UNITA', un messaggio semplice e sincero; non è una nuova religione poiché
APPARTIENE A TUTTA L'UMANITA' DI OGNI FEDE RAZZA E CULTURA.

Il Wesak è una tappa emozionante per ogni individuo.

Anche chi apparentemente vi è arrivato per caso, trascinato da un amico, o incuriosito da un annuncio, in effetti si trova nel luogo giusto nel momento giusto. Ma è importante parteciparvi nel modo adeguato, con lo spirito giusto e grande apertura di cuore. Non verrà chiesto nulla di complicato, il rituale è semplicissimo, basterà seguire la meditazione guidata e lasciarsi andare all'emozione della serata.

Se vi è possibile, indossate qualcosa di BIANCO: il bianco è un colore neutro e può assorbire più facilmente l’energia della serata. Portate con voi una o più bottiglie d’acqua naturale che, nel corso della cerimonia, verranno energizzate. Una volta a casa, distribuitene un sorso alle persone care, riceveranno una parte dell’energia.
Portate con voi un FIORE senza spine. I fiori sono un dono d’amore, coglieteli o acquistateli con gioia, pensando alle persone che li riceveranno. In sala, deponeteli tutti insieme a formare una lunga siepe con le corolle rivolte verso gli officianti del Wesak. Al termine della cerimonia, ciascuno dei partecipanti prenderà un fiore a caso. È un gesto di amore e di pace che circola fra i presenti, chiudendo un cerchio di luce. Quando prenderete un fiore fra i tanti, non saprete chi l’ha portato per voi, ma ne sentirete l’onda amorevole. E allo stesso modo, chi prenderà il fiore che voi avete portato non conosce la vostra identità, ma riceverà l’onda amorevole del vostro gesto. Una volta a casa, fate essiccare il fiore appendendolo a testa in giù, si conserverà a lungo. Anche i fiori, come l’acqua vengono energizzati, conservateli in un angolo un po’ speciale della vostra casa, rilasceranno lentamente nell'ambiente la forza di cui sono stati caricati. Il prossimo anno lo sostituirete con un fiore nuovo.

Vi aspettiamo per condividere insieme questo magico momento di unione e fratellanza.

Condurrà la serata Sabrina Maa Sri Devi.